lunedì 25 giugno 2012

Mini-Recensione Momosa: "La meccanica del cuore" di Mathias Malzieu

Amici e amiche momose.
Non so se vi è mai capitato, ma spesso si cerca qualcosa e si va a finire su tutt'altra direzione... beh a me è successo proprio questo!
In una mattina calda della scorsa settimana cercavo il libro "La solitudine dei numeri primi". Avevo visto il film e così ho pensato bene di voler leggere il libro, dato che il film mi aveva lasciato qualcosa. Non che sia il mio preferito come film, assolutamente no! Però ha lasciato qualcosa dentro che voglio rivivere tra le righe.... approfondendo quel sentimento e analizzarlo con le pinzette.
Entro in un edicola affezionata del mio paese, per prendere il solito quotidiano, e mi fermo però prima di andar via alla volta di casa davanti allo scaffale dei libri. Ce n'erano una ventina... ma pochi mi hanno ispirato, come fosse amore a prima vista, come questo:


"La meccanica del cuore" di Mathias Malzieu, è stato pubblicato nel 2007 ma è uscito solo quest'anno dalla Feltrinelli.
E' la storia del piccolo Jack, che nasce col cuore ghiacciato e viene salvato dalla levatrice Madeleine, che è una strana donna che "ripara le persone" con ingranaggi e altre protesi, sostituendogli il cuore di ghiaccio con un orologio cucù.
Da allora continua a vivere la sua vita normalmente sotto la cura della dottoressa Madeleine, fino a quando incontra una piccola cantante, bellissima, e si innamora di lei.

 

Peccato che Madeleine è stata molto chiara:

"Uno, non toccare le lancette.
Due domina la rabbia.
Tr non innamorarti, mai e poi mai.
Altrimenti, nell'orologio del tuo cuore, la grande lancetta
delle ore ti trafiggerà per sempre la pelle,
le tue ossa si frantumeranno,
e la meccanica del cuore andrà di nuovo in pezzi"

 Un libro scritto molto bene, scorrevole, a tal punto che l'ho divorato in due giorni sotto l'ombrellone.
Sì, è difficile per me trovare libri che mi rapiscano come questo, che mi coinvolgano in atmosfere ed emozioni, sognando ad occhi aperti,  e mi facciano esclamare a bassa voce, senza volere.... 
Questa favola dark ricorda persino i film di Tim Burton così bene, che ti sembra di vederne un film direttamente messo in scena dal regista stesso. Ma dalle notizie che ho rilevato dalla copertina del libro, è in corso la produzione del film in 3D dal regista Luc Besson.

 
Mathias MAlzieu non solo è lo scrittore di questa favola e altri due libri, ma è anche il cantante di una band rock francese i "Dionysos", che reputo una scoperta interessante sotto il punto di vista musicale! Davvero bravi, soprattutto perchè Mathias Malzieu abbina la colonna sonora al libro "La meccanica del Cuore" così bene che per chi ha letto il libro sembra davvero di vederne il film, o musical, come preferite! 
Anche gli altri album sono originali e particolari da ascoltare.
Insomma per concludere, temo che lo presterò senz'altro a Mima, dato che me l'ha chiesto... e anche al più presto... dato che ho la tentazione di rileggerlo ancora! Accidempolina!

Questo libro è Momosamente consigliato! 

Soprattutto per chi ama le favole,
 sognare ancora, e  lottare per i propri sogni... 
fino alla fine.



2 commenti:

Lu ha detto...

Ohhh!!mi ispira se è timburtonosoo!!!!!

ma parla d'amore....*_*

ps. bella musicaaaaaa!!!!

Kuro Momo ha detto...

tesor fidati ne val veramente la pena! Sto rischiando di leggerlo una seconda volta davvero... e le musiche di Mathias Malzieu e la sua band mi piacciono un sacco! Per una volta un francese che mi ispira :D un bacione cara amica